Il protocollo d’intesa con il Ministero dell’Istruzione

Uno strumento per favorire la diffusione della cultura e delle buone pratiche di protezione civile tra le nuove generazioni

Progetto "Cultura è... protezione civile"

Il protocollo di intesa tra Dipartimento della Protezione Civile e Ministero dell’Istruzione - siglato il 13 novembre 2018 - nasce dalla comune volontà di favorire la diffusione della cultura e delle buone pratiche di protezione civile tra le nuove generazioni e, più in generale, nel mondo della scuola.
L’accordo punta inoltre a stabilire un confronto e un raccordo operativo per il raggiungimento degli obiettivi comuni, connessi anche alla gestione e al superamento delle situazioni di emergenza.

Tramite questo protocollo, Dipartimento e Ministero si impegnano a collaborare per la definizione e l’attuazione di politiche integrate di sicurezza e protezione civile, anche attraverso il coinvolgimento di altre Istituzioni competenti.
L'accordo prevede progetti didattici dedicati, mirati a favorire negli studenti l’adozione di comportamenti consapevoli rispetto ai rischi,  linee guida per la riorganizzazione della scuola in emergenza e la costituzione di una Task force interistituzionale tale da garantire la continuità delle attività didattiche in caso di calamità.

Nell’ambito dell’Intesa, il Dipartimento si impegna a mettere a disposizione la propria esperienza e le proprie competenze nella comune volontà di arricchire l’offerta formativa della scuola italiana, anche attraverso percorsi di insegnamento orientati alla prevenzione dei rischi e, più estensivamente, alla protezione civile. Il protocollo punta inoltre a mettere a sistema le buone pratiche e le iniziative già avviate, da diffondere, implementare e sperimentare anche attraverso strumenti di innovazione didattica.

Il progetto Cultura è…protezione civile nasce a valle del protocollo di intesa tra Dipartimento della Protezione Civile e Ministero dell’Istruzione.

Iniziative individuali e di gruppo sul tema dell’auto-protezione, interventi sistematici negli Istituti scolastici, continuità della formazione. Sono gli aspetti, individuati nell’ambito del protocollo, che puntano a raggiungere la popolazione scolastica a partire da quella che si trova a operare in contesti critici, come nelle emergenze di protezione civile, dove tornare alle normali condizioni di vita significa anche – soprattutto per i più giovani – rientrare in classe, ritrovare i propri compagni e ricominciare a vivere la scuola, punto di riferimento fondamentale per tutta la comunità.

In Italia il panorama scolastico è rappresentato da oltre 10mila Istituti scolastici, più di 8 milioni di studenti, 900mila insegnanti. Numeri importanti che ancora di più crescono e si moltiplicano se si considera l’effetto a cascata della formazione in materia di protezione civile sulle famiglie.